BIOGRAPHY

Angelo Volpe was born in Naples. 

In 1995 he obtained the Diploma “Applied Art in Graphic for the Advertising and Photography”. In 2000 he completed his education with a “Degree in Painting”, achieved at the Academy of Fine Arts in Naples. From 2002 to 2007, he cooperated as assistant with international artists such as Sol LeWitt, David Tremlett and Thomas Hirschhorn.

In 2011 he participated at 54th International Art Exhibition “Biennale di Venezia”

The Angelo Volpe’s artistic research focuses on the analysis of a World that produces and emits an overload of symbols and images through different kind of mass media, with a hectic pace, able to bypass the thought. Although his poetry is shown through different mediums, Volpe's favourite expression remains the painting. This language is based on an eclectic and versatile aesthetic, a visual Universe, where models and codes combine deliberately, looted from the commercial mainstream and mass media, where different formal types converge, such as videogame graphics, cartoon, digital images, trademarks and corporate logos. An expressive contamination that is a unique and eccentric artistic idiom, which is characterized by a chromaticism pictorial lit and brilliant, that is expressed in a unique and prestigious style. His works reflect non-places, where personal and social imagery of the 21th century collide and merge onto the surface of the canvas, creating a collapse between form and colour. In the painting story, Volpe corrupts the origin of the current cultural patterns in Western society, scornfully, up to alter them, recoding their traditional symbolism, to return them to the observer through a texture, where his visual articulation slightly hides and slowly reveals, as mnemonic substrate codes, spaces, forms and structures that interpret and staged with irony and sarcasm, the whirl of modern life and the convulsive ownership sense of the “Consumer Civilization”.

Angelo Volpe nasce a Napoli. 

Nel 1995 consegue il Diploma d'Arte Applicata in Grafica per la Pubblicità e la Fotografia. Nel 2000 completa l'istruzione conseguendo la Laurea in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli. Ultimati gli studi, dal 2002 al 2007 collabora come assistente per artisti di fama internazionale quali: Sol LeWitt, David Tremlett e Thomas Hirschhorn. 

Nel 2011 partecipa alla 54th Mostra Internazionale d’Arte la Biennale di Venezia. 

La ricerca artistica di Angelo Volpe si focalizza sull'analisi di un mondo che produce ed emette un sovraccarico di simboli e immagini attraverso diversi mezzi di comunicazione, con un ritmo frenetico necessario a bypassare il pensiero. Nonostante la sua poetica si riveli attraverso differenti medium, la pittura resta in assoluto il mezzo espressivo preferito da Volpe. Tale linguaggio si fonda su un estetica eclettica e  poliedrica, un universo visivo nel quale combinano modelli e codici deliberatamente saccheggiati dal mainstream commerciale e dai mass media, in cui convergono diversi generi formali, come la grafica dei videogame, dei cartoon, immagini digitali, marchi e loghi aziendali. Una contaminazione espressiva che costituisce un idioma artistico unico ed eccentrico, caratterizzato da un cromatismo pittorico acceso e brillante, che si concretizza in uno stile unico e prestigioso. Le sue opere  riflettono non-luoghi  nei quali immaginario personale e sociale del ventunesimo secolo si scontrano e fondono sulla superficie della tela, creando un collasso tra forma e colore. Nella trama del dipinto, Volpe con scherno corrompe l’origine dei modelli culturali vigenti nella società occidentale, sino ad alterarli, ricodificando la loro simbologia tradizionale, per restituirli all’osservatore attraverso una texture la cui articolazione visiva leggermente cela e lentamente svela come codici di un substrato mnemonico, spazi, forme e strutture che interpretano e inscenano con ironia e sarcasmo, il turbinio della vita moderna e il convulsivo senso del possesso della “civiltà del consumo”.

 

ph courtesy Danilo Donzelli